Oggi abbiamo analizzato i cambiamenti nel mondo del mercato dell’energia elettrica.

Il passaggio al mercato libero dell’energia elettrica entro il 2020 pone una serie di questioni che coinvolgono le decisioni e le scelte dei cittadini.

Parliamo di un mercato libero che dovrebbe essere democratico e capace di mettere il cittadino nella posizione di scegliere liberamente. Ma oggi giovani, famiglie e pensionati vengono continuamente vessati da soggetti che operano nel mercato dell’energia in una lotta selvaggia all’attivazione del contratto.

Siamo il secondo produttore di fonti rinnovabili in Europa ma forse non abbiamo ancora consapevolezza di quanto questo dato debba sviluppare una forte responsabilità nei cittadini e nelle imprese.

Parlare di Energia significa parlare di smart city e Smart Grid: ci sono risorse ingenti per il miglioramento delle nostre infrastrutture, per renderle sostenibili, per migliorare le connessioni tra le risorse delle città diminuendo i consumi energetici.

E’ necessaria una operazione culturale che crei consapevolezza nel cittadino, scardinando abitudini non corrette, incentivando l’utilizzo di servizi necessari per trasformare il sistema di sostenibilità ambientale.

E’ solo l’inizio ma la CGIL ha dato il suo contributo per sostenere i progetti di cambiamento della città di Bari in termini di politiche sulla mobilità sostenibile, elemento fondamentale per raggiungere risultati anche in merito ad obiettivi di inclusione sociale.

Il contributo che il sindacato può ancora dare è importante perché capace di essere interlocutore credibile nei confronti di lavoratori, cittadini, imprese e pubblica amministrazione.

Sono intervenuti Mauro Gelao (SPI Cgil Lega Energia), Maria Antonelli (Segretaria generale SPI Cgil Bari), Vincenzo Santandrea (Responsabile ricerca Capitale Umano e mercato del lavoro IPRES Bari), Riccardo Armirante (Direttore Generale del Politecnico di Bari), Moscagiuri Antonio (Federconsumatori Puglia), Aurelio Gaetano Sarno (Responsabile ENEL Area Territoriale Puglia e Basilicata) Antonio Pepe (Segretario Generale provinciale Bari Filctem Cgil), Onorevole Marco Lacarra, Franco Maffei (Presidente SPI Cgil Lega Energia), Gigia Bucci (Segretario Generale CGIL Bari)