Categorie
SINDACATO

Contro la guerra

La meravigliosa piazza di Bari contro la guerra e al fianco del popolo Ucraino. Nel 2022 siamo ancora imprigionati dentro una logica di schieramenti contrapposti, obbligati ad avere un nemico per ricercare una supremazia mondiale che alimenta la corsa agli armamenti ed è essa stessa fattore di instabilità̀ e come sempre le conseguenze della guerra ricadranno sui civili e le popolazioni inermi, distruggendo vite umane, territori, economie. Bisogna impegnarsi per difendere il diritto all’autodeterminazione dei popoli e questi principi in tutte le sedi sindacali e istituzionali europee e internazionali.

Categorie
SINDACATO

Strategie per la rigenerazione urbana e territoriale

“Le città sono i luoghi in cui emergono problemi, ma dove si trovano anche soluzioni. Sono un terreno fertile per scienza e tecnologia, cultura e innovazione, per la creatività del singolo e della comunità. Le città, inoltre, hanno un ruolo chiave nello sforzo voltoa mitigare l’impatto dei cambiamenti climatici. D’altra parte, nelle città che si concentrano anche problemiquali disoccupazione, discriminazione e povertà”Commissione Europea, Direzione Generale per le Politiche Regionali, Cities of tomorrow – Challenges, vision, ways forward

La nostra idea di rigenerazione parte dalla piena convinzione che la collaborazione e la co-progettazione con i 41 Comuni dell’Area Metropolitana sia la strada più virtuosa per lo sviluppo del nostro territorio.

La nostra idea di SMART City non ha una connotazione solo tecnica ma è legata al concetto di inclusione sociale dei cittadini e dei lavoratori all’interno della Città metropolitana.

Oggi dopo la pandemia è ancora più importante recuperare il valore sociale delle nostre città operando una interconnessione tra persone e luoghi.

Ripartiamo dalla partecipazione. Bisogna coinvolgere i cittadini nella rigenerazione: le persone all’interno dei luoghi fanno sì che diventino presidi di legalità e cultura.

Categorie
SINDACATO

Licenziamento, fatto sociale

Vogliamo costruire un sentimento di solidarietà tra il mondo del lavoro che soffre e la cittadinanza perché in un territorio dove è prevaricato il diritto all’occupazione c’è sempre un rischio per la solidità della sua tenuta democratica. La Puglia e la città di Bari oggi risultano essere attrattive per gli investimenti. Vogliamo che questa attrattività sia costruita sulla qualità del lavoro, sul riconoscimento di diritti e tutele. Non sulla precarietà. Non siamo avversari dell’innovazione: dobbiamo però fare in modo che sia accompagnata dalla responsabilità di istituzioni e imprese. Siamo qui a dar voce ai lavoratori: la perdita di un posto di lavoro non può essere vissuto come un fatto privato. Una licenziamento è un fatto sociale su cui costruire una comune responsabilità per la cittadinanza e le istituzioni.

Categorie
SINDACATO

Le belle ragazze

Oggi, presso Portineria 21 a Bari, presentiamo il libro “Le belle ragazze” di Rosaria Lopedote. L’autrice, ricostruisce una storia familiare di più generazioni di donne, che,in una cittadina pugliese Ostuni, attraverso tutto il 900 vede progressivamente modificate le proprie condizioni di vita, l’accesso allo studio ed ai diritti fondamentali, contestualmente ai grandi accadimenti della storia nazionale.Il libro racconta di donne protagoniste di storie di vita privata ma anche di vita sociale: generazioni a confronto in un tempo di cambiamenti e conquiste. Le conquiste femministe sono risultato di una storia di lotte e di piccoli faticosi passi in grado di costruire diritti che non dobbiamo mai dare come scontati o acquisiti ma che vanno difesi ogni giorno. La narrazione rimane una forma importante di richiamo all’impegno per le nuove generazioni.

Categorie
SINDACATO

Che fine fa lo storico Hotel Palace

“Che fine fa lo storico Hotel Palace?Una risposta che i lavoratori pretendono di avere. Hanno scelto di occupare gli spazi di quell’hotel che ha ospitato nomi mondiali della politica, della cultura, del cinema. Quale sarà il futuro di questa struttura alberghiera? Voglio dire a queste lavoratrici e lavoratori che CGIL Bari è al vostro fianco in queste ore decisive in cui l’evolversi della vicenda e delle relative preoccupazioni è reso ancora più visibile e tangibile dal velocissimo svuotamento della struttura, ormai priva di ogni mobilio.”Queste le parole di Gigia Bucci, Segreteria generale di CGIL Bari, che, insieme ad Antonio Miccoli (FILCAMS Bari) e all’RSA Antonia Lubinati, ha ribadito l’importanza di essere presenti per far sentire ai tavoli istituzionali la voce degli 88 lavoratori che stanno assistendo, in un vortice velocissimo d’eventi, alla trasformazione di quello che è stato il loro luogo di lavoro negli scorsi anni in un periodo in cui il settore turistico e alberghiero già risente fortemente degli effetti della lunga pandemia mondiale.

Categorie
SINDACATO

DIGITALE – dall’educazione, all’uso, al diritto universale

E’ tempo di affrontare il tema della modernizzazione dei processi con una attenzione alla tenuta democratica dei Paesi per evitare fenomeni di impoverimento delle fasce più deboli della popolazione. Il sistema pubblico ha un ruolo importante nella gestione di tali processi. La CGIL non è contraria alle tecnologie: la nostra sfida è propria quella di ridisegnare un sistema di diritti e di tutele in un mercato del lavoro mutato. La chiave per affrontare il cambiamento è quella sociale, una attitudine che metta al centro le persone e i lavoratori. Non possiamo più permettere che la digitalizzazione lasci spazio a forme di lavoro che non garantiscano prospettive ai più giovani, che permettano alle grandi multinazionali di sfruttare risorse per lasciare i nostri territori impoveriti. Immaginiamo un lavoro dove la competitività si sviluppi sul fronte delle competenze e non del costo al ribasso dei salari.Vogliamo il cambiamento.. ma un cambiamento che non lasci nessuno indietro.

Categorie
SINDACATO

CGIL 2030 – assemblea organizzativa

Si sono aperti i lavori dell’assemblea organizzativa di CGIL Bari. Li apre Gigia Bucci, segretaria Generale, in un importante clima di partecipazione e confronto in una fase della nostra organizzazione fresca delle assemblee generali di categoria e del ritrovato ruolo di protagonista nelle battaglie di rivendicazione dei principi democratici. La manifestazione di Roma è stata una occasione fondamentale per ricompattarci intorno a valori e obiettivi fondanti del nostro sindacato, intorno ad una rinnovata rete di associazioni e organizzazioni giovanili con i quali condividiamo pezzi del nostro percorso.Questo momento di grande partecipazione, contestualmente al risultato elettorale, indubbiamente positivo per il centro sinistra, non deve farci cedere a facili entusiasmi.La sconfitta del modello sovranista, che vive di odio e divisioni, non cancella il grande astensionismo dell’ultima tornata elettorale: c’è ancora da ricostruire un reale rapporto di fiducia con la cittadinanza.In questo il sindacato può avere un ruolo importante: il lavoro è il tema centrale sul quale costruire una nuova fase del nostro Paese. La capacità della CGIL di essere radicata sul territorio è strategica per poter leggere esigenze delle comunita e costruire proposte partecipate. La capacità di confronto ed elaborazione politica che ci caratterizza in occasioni come quella odierna può e deve essere valorizzata in questa fase.

Categorie
SINDACATO

Il PRIDE è antifascista!

Il pride è #antifascista!Dopo la grande manifestazione nazionale dello scorso sabato ci ha visti in prima linea a Roma per dare una risposta all’attacco squadrista e fascista alla sede romana della CGIL, siamo oggi in piazza per la manifestazione “OUT! Ora Usciamo Tuttə” assieme a tantissimi cittadine, cittadini e associazioni.Abbiamo ribadito con forza la necessità di combattere ogni deriva machista, omofoba e autoritaria.Vogliamo unire le lotte del sindacato per l’occupazione stabile e di qualità con quelle del movimento LGBTQI+ e di tutti gli altri movimenti che si battono per la giustizia sociale.I #diritti dei lavoratori e delle lavoratrici non devono essere intaccati, minacciati, intimiditi dai condizionamenti culturali che sfociano nella discriminazione delle persone #lgbtqi+.La CGIL Bari continuerà a collaborare con il movimento LGBTIQI+ per tutelare il diritto delle persone omosessuali, bisessuali, transessuali ad autodeterminarsi#BariPride

Categorie
SINDACATO

Vertenza Baritech

Oggi a Bari si è tenuto un incontro con l’on.Marco Lacarra sul tema della vertenza Baritech per la quale è stata presentata una interrogazione parlamentare. La Baritech s.r.l. è un’impresa avente sede a Modugno (BA) e attiva, prima dell’attuale fase di crisi aziendale, nella produzione di lampade e affini. Da più di un anno, la Baritech s.r.l. versa in uno stato di crisi produttiva e occupazionale che interessa gran parte dei 180 dipendenti. Durante l’estate 2020, lo stabilimento dell’azienda è stato riconvertito alla produzione di Meltblown, un materiale essenziale per la costruzione di mascherine chirurgiche, che le ha permesso la commessa, per il tramite di FCA, per la produzione di 2203 tonnellate di materiale fino al 31 dicembre 2021.FCA ha però deciso negli scorsi mesi di non ritirare parte dei quantitativi prodotti, costringendo l’azienda a fermare dal 1° ottobre 2021 due linee di produzione dando ulteriore corso a CIGS;sia i vertici aziendali che le organizzazioni sindacali rappresentative dei dipendenti hanno richiesto formalmente in più occasioni la convocazione delle parti presso il MISE, con il coinvolgimento dei rappresentanti della Regione Puglia, al fine di individuare soluzioni alla drammatica incertezza produttiva dello stabilimento barese.

Categorie
SINDACATO

Bari antifascista!

Oggi tutte le Camere del Lavoro della CGIL della Città metropolitana di Bari rimarranno aperte per solidarietà al vile attacco fascista alla nostra sede romana.Da Cassano a Coversano, da Triggiano a Castellana fino alla nostra sede barese, le nostre porte saranno aperte per respingere con forza un duro attacco alla democrazia e a tutto il mondo del lavoro.

Per sempre dalla parte della Democrazia, della Costituzione, dell’Antifascismo!